Museo del campanaccio

La fucina, fondata nei primi anni del '900, conserva tutt'ora quasi perfettamente i propri complementi d'arredo interni e i vari attrezzi da lavoro.

Ben tre magli differenti, un incudine e la forgia per la modellazione del ferro venivano usati principalmente per la realizzazione di ferri di cavallo e attrezzi legati all'attività della mascalcia.

Di proprietà della famiglia Sillistrini di Bienno, da sempre a conduzione familiare di padre in figlio, i magli della storica fucina cessarono di battere nei primi anni del 2000.

Ora adibita a Museo del campanaccio, gestito dal nostro Claudio Ercoli, fabbro, membro del Borgo degli Artisti di Bienno è liberamente visitabile.

Addentrandovi al suo interno verrete trasportati indietro nel tempo e potrete assistere alle fasi di lavoro del ferro.

 

ORARI DI APERTURA:

 

ANNUALE

APERTURA SU PRENOTAZIONE

345 048 4986