Luna Nuova



Realizzata dall'artista Francesco Visentini, la scultura, in terracotta, prende origine da una riflessione sul nome originale del colle ora chiamato del Cristo Re, ma tradizionalmente riferito alla Maddalena, luogo di preghiera per le partorienti. La luna è qui raffigurata come una donna velata, coperta da un sudario, ma allo stesso tempo incinta, a indicare un ciclo di continua morte e rinascita, andamento naturale della vita. Anche la posizione, vicina al sepolcro e alla cappella dell'ex monastero, sottolineano questo nesso con l'idea di continua rigenerazione.

L'opera è dislocata presso il Colle della Maddalena, (Cristo Re).