Il Colle della Maddalena e il Cristo Re

  

La grande scultura del Cristo Re, dorata in oro zecchino ed opera dello scultore darfense Timo Bortolotti, domina il cuore della Valle Camonica dall’altura del colle della Maddalena di Bienno. Sotto di essa campeggia la scritta, anch’essa in oro:

CHRISTO
REGI
REDEMPTORI
CAMUNIA VALLIS
EREXIT
MCMXXIX – MCMXXXI

(A Cristo Re e Redentore la ValleCamonica eresse 1929/1931)

Quest’opera infatti fu voluta dalla Valle Camonica per solennizzare in modo speciale il grande avvenimento della Conciliazione tra lo Stato del Vaticano ed il regno d’Italia con i Patti Lateranensi.ed esaltare la regalità di Cristo.
Fu eretta poi, come basamento della Grande Statua, una Cappella a suffragio ed a ricordo dei Caduti di tutte le guerre dell’intera Valle: l’interno è dominato da un grande Crocefisso con ai piedi Maria Maddalena, l’apostolo S. Giovanni e la Madonna. 
Queste sculture in legno vengono attribuite alla scuola fantoniana, anche se alcuni particolari richiamano l’arte di Beniamino Simoni. Dal Colle lo sguardo può spaziare tutt’intorno e godere di un panorama che si offre in tutto il suo splendore.
Una visita merita anche il complesso della Chiesa dedicata alla Maddalena ricco di opere tra cui gli affreschi della sala di S. Marta attribuiti a Paolo di Cailina il vecchio e il S. Sepolcro che attende il rientro, a seguito del restauro, delle 9 statue lignee del Compianto attribuito allo scultore Paolo Amatore.

Sul colle di Cristo Re si recava a pregare fin da piccola anche la Santa Geltrude Comensoli.


Indicazioni: Colle della Maddalena, Bienno (Bs)