Domenica 20 Aprile 2014
Il Territorio
L'Ecomuseo
Arte e Cultura
 
Chiesa di S.Maria Annunciata
Chiesa dei Santi Faustino e Giovita
Il colle della Maddalena
Eremo dei Santi Pietro e Paolo
Chiese campestri

Enogastronomia
Eventi
Itinerari
Musei
Natura e sport
Riserve naturalistiche
Storia
Bienno e dintorni


Visualizza la mappa del Borgo


Galleria fotografica

Arte e cultura
A bienno, percorrendo le strette vie del centro storico ed oltrepassando corti acciottolate si possono riscoprire molte delle testimonianze del passato.
Salendo da Via Contrizio, si incontra il Palazzo “Simoni Fè”, un edificio del XV secolo che ha subito modifiche decisive tra il XVII e il XIX secolo, custode di preziose opere d’arte tra cui ritratti di esponenti della famiglia, affreschi di soggetto profano raffiguranti il Ciclo di Attila e pregevoli statue lignee raffiguranti la Vergine e l’Arcangelo Gabriele.
 
Un campanile a cuspide indica nelle vicinanze, la presenza della Chiesa di S. Maria Annunciata, edificio mariano, la cui facciata ospita un portale d’ingresso a sesto acuto, sormontato da un rosone gotico e custodisce al suo interno affreschi del Romanino e del Da Cemmo.
 
Poco distante si staglia imponente in conci di pietra locale la “torre Avanzini” (1075) e più avanti, da ammirare, “casa Bettoni”, in stile rinascimentale mantenuta nella sua struttura originaria perfettamente integra. Segue poi in cima a Via Contrizio “torre Rizzieri” con un ampio portale ad arco gotico e merlature a coda di rondine, piuttosto rare nelle torri camune.
 
Proseguendo per Via Castello si incontra dapprima “torre Mendeni” con merlature ghibelline, poco sopra “torre Bontempi” un tempo a difesa della porta orientale e, più avanti, i tipici loggiati lignei di Vicolo Jola.
 
In Via S. Benedetto si trova Palazzo Francesconi-Rebaioli, dalla raffinata architettura seicentesca che alloggia una galleria di 24 metri completamente affrescata in stile tardo manierista. Di fronte, imponente sull’abitato, la Chiesa Parrocchiale dei SS. Faustino e Giovita impreziosita da notevoli opere d’arte.
 
Da Casa Rizzieri, edificio del XV secolo, scende la suggestiva gradinata fra le antiche abitazioni che conduce in Via Re dove si può osservare, presso la fontana, un interessante “pozzo archeologico” che permette di vedere il fluire dell’acqua nel vecchio canale artificiale.
 
Continuando verso Piazza Roma, si possono ammirare edifici con caratteristiche architettoniche originarie ben conservate, tra i quali palazzo Tempini (di recente rifacimento) e l’ottocentesca fontana circolare di marmo bianco a fianco della quale, scendendo la vecchia gradinata in ciottoli, si giunge all’antica costruzione del Mulino.
 
Lasciando il borgo, scendendo da Via Ripa e proseguendo in Via Artigiani è possibile arrivare al “Museo Etnografico del ferro” dove si possono riscoprire le antiche tradizioni della ferrarezza.
 
Più avanti, nella parte terminale del paese, sono situate in vecchie fucine recuperate, la “Fucina Ludoteca” e la “Fucina Laboratorio”.
 
Dal Colle della Maddalena, che domina il paese con la statua dorata di Cristo Re, si può godere di un panorama impareggiabile.

© 2007-2010 Bienno.info | info.biennoturismo@gmail.com | Credits
Aggiungi ai preferiti Imposta come homepage
Links  |  Contatti e recapiti  |   Richiesta informazioni  |  Download  |  Mappa del sito