Scuola in fucina

20/11/2011 -
L'associazione Scuola in Fucina, organizzatrice di corsi ed eventi legati al mondo fabbrile presenta il suo sito.


Nata dall'esperienza, dall'energia e dalla vitalità dei fabbri di Bienno, l'Associazione Scuola in fucina si propone - da un lato - di recuperare, tramandare e soprattutto raccontare in tutta la sua modernità l'identità più profonda e caratteristica dell’antica arte della forgiatura a maglio e - dall'altro - di promuovere e valorizzare tale patrimonio culturale attraverso progetti didattici, manifestazioni e iniziative culturali.

Un concetto nuovo del fare, inteso come uno slancio verso il futuro e un'apertura - se non addirittura una rottura - dei confini classici che vedono la lavorazione del ferro esclusivamente come un lavoro duro, privo di identità, iniziativa e prospettive.

Una cultura del lavoro, un sapere antico - tanto discreto e silenzioso quanto infinitamente operoso e creativo - si trova scritto in un libro molto particolare: le mani di abili maestri forgiatori, che attraverso il loro "fare", sanno danno forma e vita nuova ad uno dei materiali più antichi al mondo.

Proprio all'interno delle fucine, nel silenzio delle parole - coperte dall'assordante battere dei magli e dal fragore delle cascate d'acqua che li azionano - trova spazio, si sviluppa e si tramanda di mano in mano come un testimone del tempo, un'arte nuova, che recupera tutto il valore simbolico/culturale della vecchia tradizione e rilancia verso il futuro la ricerca della sua moderna identità: una nuova "cultura del Ferro" che, insieme alla riscoperta della figura del fabbro (ol Maister: colui che attraverso l'arte della forgiatura, la sua abilità manuale e il suo rapporto con questo materiale duro e coriaceo per antonomasia) riporta in superficie e attualizza valori culturali profondi e una visione del mondo unica e particolare.

Per saperne di più è on line il nuovo sito:
www.scuolainfucina.it